giovedì 18 settembre 2008

Torraca, illumina il futuro

A Torraca, un comune di 1400 abitanti in provincia di Salerno, il giovane sindaco, Daniele Fizola, (36 anni e da 7 alla guida del comune) sta operando grandi cose in nome dell'efficienza energetica e dello sviluppo sostenibile. Dai primi di Agosto, a Torraca le strade sono illuminate dai LED; il led è un semiconduttore che emette luce al passaggio della corrente elettrica grazie ad una guarnizione di silicio. Per il funzionamento dei led sono necessari 24 volt e, al contrario delle lampadine, sono più durevoli (fino a 10 anni). Inoltre sembrerebbe che la luce a led elimini anche l'inquinamento luminoso, quindi per tutti coloro che amano guardare le stelle stando comodamente seduti, il 10 di agosto appauntamento a Torraca!!!!
I punti luce installati sono 700 e secondo quanto dichiarato dal primo cittadino, permetteranno un risparmio energetico del 65% rispetto ai tradizionali impianti. Il tutto è stato possibile grazie ad un finaziamento regionale di circa 280 mila €. Ma non finisce qui, proprio a Torraca sta per nascere la prima azienda municipalizzata cilentana per la produzione di pannelli fotovoltaici e ad ottobre è previsto un congresso sulle tecnologie a led nel quale parteciperanno i massimi esperti mondiali.

Complimenti al sindaco di Torraca, non solo per l'efficienza con cui amministra il suo comune, ma anche perchè è la prova che i giovani possono davvero cambiare il mondo. Forse le vecchie facce dovrebbero lasciare posto ai nuovi e consentire loro di lavorare per migliorare un Paese che purtroppo sta andando in rovina a causa della mala gestione. Inoltre sono felice perchè a dispetto di quelli che criticano il sud, finalmente dimostriamo di essere efficienti e molto più propositivi e concreti delle grandi città italiane. Se vogliono parlare di sviluppo forse è il caso di gaurdare a questi piccoli centri urbani e imparare davvero cosa vuol dire lavorare per migliorare l'efficienza energetica del Paese.

1 commenti:

LeMilleBolleBlu ha detto...

Decisamente d'accordo con te cara Sefora, largo alle nuove idee che hanno il coraggio di investire sul risparmio energetico.